I benefici di un collaboratore esterno rispetto a un dipendente

3 punti su cui riflettere

consulenza

1. Perché hai bisogno del marketing

Il marketing dovrebbe essere una priorità non delegabile di ogni impresa ma molto spesso non si ha il tempo per pensarlo, attuarlo e poi seguirlo.

Però pensaci un attimo: come è possibile fare in modo che le persone rivolgano l’attenzione al tuo prodotto/servizio rispetto a quello dei concorrenti se non comunichi nulla dei benefici che dà e dei problemi che risolve?

roi

2. Conoscere il ritorno dell'investimento.

Partiamo con un esempio: 200 volantini con 200 buoni sconto da consegnare presso il punto vendita sono sicuramente un investimento migliore (perché misurabile) rispetto a 200 volantini generici che andranno sicuramente a tappezzare le strade.

Ancora oggi, ci sono tante attività che gettano soldi importanti in carta priva di efficacia. Questo è solo un esempio banale… la lista è lunga… soprattutto online.

analisi dei dati

3. Niente creatività. Solo analisi dei dati.

Un bel video, senza una strategia alle spalle, quasi certamente resta tale. Bello. Ma non credo che interessi molto a te che lavori per cercare di guadagnare e non chiudere bottega.

Ogni strumento adottato deve dare un risultato reale per capire quello che stiamo facendo e quanto abbiamo ottenuto da questo investimento. Non è possibile lavorare alla cieca.

Il mio obiettivo?
Renderti l'attività di marketing una cosa semplice e profittevole

Come vanno le cose

Linguaggio accademico.

In questo mondo è prassi consolidata parlare di brand identity, brand awareness, lead generation, conversioni, CTA, CTR, display advertising, e tante altre terminologie “accademiche” che ti fanno scappare la voglia di iniziare a capirci qualcosa e soprattutto a investirci.

Ma se proprio devi farlo, cosa fai? Ti butti sperando che ti vada bene?

Menu à la carté.

Sito web a 500€, e-commerce a 1500€, gestione social 50€, scegli tu dal menu. Tanto tu paghi e io faccio solamente quello che mi chiedi. Senza strategia né un minimo di filo logico.

Ovviamente sono ironico… Ho citato il modus operandi che va per la maggiore. Poi mi trovo a dover spiegare ai professionisti il perché dei loro soldi sono andati a finire in un buco nero.

Follower, like e tanta creatività.

Ormai si fa a gara tra chi ha più like sulla pagina Facebook o seguaci sul proprio profilo Instagram. Senza poi considerare la creazione di contenuti grafici altamente costosi e privi di efficacia.

Se ci aggiungiamo anche l’esistenza di certi personaggi che offrono pacchetti all-inclusive “like e follower” finti tanto per alzare un po’ i numeri (che non contano) capisco perché molti professionisti di PMI stiano ben distanti da questo mondo.

Come dovrebbero andare

Linguaggio chiaro e semplice.

Le informazioni devono arrivarti chiare, semplici e precise, prive di tecnicismi in modo tale che tu possa scegliere con attenzione le soluzioni proposte e interpretare i dati con facilità senza sforzo e in tempi rapidi.

Nel mio blog (è lo spazio riservato agli articoli) trovi le news e i segreti del mestiere scritte come ti ho appena detto: dirette, semplici e prive di paroloni.

Il marketing è analisi di mercato.

Il marketing è analisi di mercato. Non c’entra nulla con la pubblicità creativa se non in minima parte.

Devi sempre conoscere cosa stai facendo e che risultati stai avendo. Diversamente rischi di vedere sfumato il tuo investimento perché non ne hai il controllo.

I risultati che hanno peso.

Ogni investimento di marketing (tradizionale o digitale che sia) deve avere come scopo finale la produzione di numeri di “peso”, quali l’aumento delle vendite, il profitto, le conversioni e tutto ciò che serve per far andare avanti l’attività generando possibilmente un surplus da reinvestire nella strategia adottata.

Ok, dopo tutta questa introduzione, cosa puoi fare per me?

Articoli che vanno dritti al punto

  • Mediaset e Netflix un’alleanza strategica

    Tempo di lettura: 4 minuti Introduzione Spesso molti professionisti si accaniscono a voler far concorrenza al leader di categoria o a una multinazionale, cercando di copiare le loro iniziative, per poi rimanere delusi dagli scarsi risultati. Se ci concentriamo solo sul budget, destinato al marketing del leader di categoria, ci si deve rendere conto che spesso è allocato per comunicare

    04/07/2019
  • Come ottenere clienti qualificati da un magazine

    Tempo di lettura: 3 minuti È noto che alle persone non piace che le cose vengano dette in modo diretto. Perciò bisogna trovare il modo di indorare la pillola, al fine ultimo di farle riflettere su una problematica che può essere dannosa per la loro salute, l’attività commerciale, i propri risparmi, ecc… sottoponendogli poi una soluzione idonea. Un modo per

    28/06/2019
  • Come vincere le elezioni con i social network

    Tempo di lettura: 6 minuti La competizione elettorale non è poi tanto diversa da quella di mercato. C’è un’offerta (il programma elettorale) e c’è una domanda (gli elettori). Le elezioni le vince chi offre le miglior soluzioni ai problemi degli elettori. Oggi più che mai abbiamo a disposizione una vasta gamma di strumenti che ci consentono di posizionarci nella testa

    08/05/2019
  • Come si calcolano i margini di guadagno sulla vendita

    Tempo di lettura: 4 minuti Introduzione Condurre un’attività senza conoscere le basi di gestione d’impresa è come guidare con i vetri completamente oscurati. Sembra un discorso banale eppure ho avuto modo di lavorare con professionisti che navigano a vista basandosi sull’interpretazione personale di come vanno le cose. Spesso facendo riferimento alla merce che vendono senza tenere conto dell’investimento iniziale, del

    11/02/2019